Cari amici, 
indubbiamente la situazione è molto più grave di quanto potessimo immaginare, ma siamo anche certi che con l'aiuto di tutti, ne usciremo.
 
Abbiamo verificato dai tanti contatti avuti che tutte le società, con i loro tecnici, si sono attivate per mantenere in attività tutti i nostri atleti, facendogli sentire forte la nostra presenza. 
In questo momento la nostra massima attenzione è rivolta a come aiutare le società sportive, i tecnici e i giudici, in quest'ottica vi pubblichiamo la comunicazione del CONI "Collaboratori sportivi: informazioni riguardanti l'indennità di cui all'art.96 del DL "Cura Italia" "del quale vi preghiamo di prendere conoscenza.
 
 
Non appena avremo la modulistica adeguata, sarà nostra cura pubblicarla. 
Per quanto attiene i pagamenti delle palestre scolastiche siamo in contatto con i vari enti per verificare se fosse possibile oltre che una sospensione, prevedere anche la possibilità di non pagare per i periodi non utilizzati, in considerazione del fatto che tutte le attività sportive sono ferme, inoltre ci stiamo preoccupando anche delle nostre società sportive che utilizzano strutture private per capire come meglio risolvere la questione inerente i canoni per quanto previsto dal DL "Cura Italia" , vista la particolarità giuridica delle associazioni.
 
IL Presidente
Paolo Pasqualoni