"Gabbiano" - di Pasquale Carminucci 
- Scritta il 13 luglio 1997 -
Te ne stai li' a pizzo di uno scoglio 
ti vedo contro sole tra cielo e mare
sei lì ad aspettare.
Cambi scoglio e nulla cambia 
un altra onda...ti parla il mare.
Ti son vicino e non lo sai
apri le tue ali verso il sole...
tenterò di volare.

 

Il Comitato Regionale Lazio FGI, con questi versi della poesia "Gabbiano", vuole ricordare il compianto Pasquale. Il Presidente e tutto il Consiglio si uniscono al dolore della famiglia.

Si è spento all’età di 77 anni Pasquale Carminucci, un pezzo di storia della Ginnastica Artistica italiana e mondiale. Campione Assoluto nel 1958, sale agli onori delle cronache vincendo la medaglia olimpica di bronzo ai Giochi di Roma del 1960 con una squadra maschile composta da grandissimi interpreti come suo fratello Giovanni - protagonista nella stessa edizione anche di un argento individuale alle parallele pari - Franco Menichelli Gianfranco Marzolla, Orlando Polmonari ed Angelo Vicardi. “La Nazionale allora era allenata dallo svizzero Jack Günthard – ricorda l’attuale Presidente della FGI Riccardo Agabio, che di quella rappresentativa azzurra, ritenuta da tutti la più forte del dopoguerra, fu la prima riserva – e Pasquale si distingueva per la sua caparbietà e il temperamento indomabile, malgrado i tanti infortuni che lo costrinsero più volte a fermarsi e a ricominciare da zero. La Ginnastica è sempre stata la sua grande passione, un amore corrisposto che lo porterà a disputare altre due Olimpiadi, a Tokyo nel 1964 e a Città del Messico nel 1968”. Insieme a Giovanni e all’altro fratello Alberto, Pasquale Carminucci aveva cominciato giovanissimo, attirando subito l’interesse del tecnico Giulio Pennente, che da San Benedetto del Tronto lo portò con gli altri due a Roma, nel Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco. Ha inizio così una carriera fulminante, che lo porta ad indossare la maglia azzurra fin da subito. Al suo attivo, oltre alle tre rassegne olimpiche, ci sono due medaglie d’oro, sempre a squadre, ai Giochi del Mediterraneo di Napoli ’63 e Tunisi ’67. Lasciata l’attività agonistica si dedica all’insegnamento dell’educazione fisica nelle scuole e, in qualità di tecnico federale, porta la sua riconosciuta esperienza in diverse società laziali, dalla Rosolino Pilo alla Polisportiva Albano, senza mai trascurare il gruppo dei VVF alle Capanelle. "Lo sport è la poesia del corpo", scriveva lo stesso Carminucci, che oltre ad essere stato un ginnasta di valore internazionale, si è distinto anche come poeta e autore di testi teatrali. “Chi lo ha visto muoversi nell'aria e fare ‘poesie invisibili’ nel vuoto può credere facilmente che egli scriva rime”, così lo presentava la giornalista Maria Fida Moro, figlia di Aldo Moro, nell’introduzione al suo libro “Latte e Sale”. La Camera ardente rimarrà aperta domani dalle 10 alle 18 in via Mecenate 14/16, presso la clinica Sant’Antonio, mentre i funerali si terranno nella chiesa della Madonna della Croce a Contigliano, in provincia di Rieti, martedì 22 alle ore 12.00. Il Presidente Agabio, a titolo personale e a nome del Consiglio Direttivo Federale e dell’intera Federazione Ginnastica d’Italia, si unisce al cordoglio della Famiglia Carminucci, con particolare affetto nei confronti della moglie Valeria e della figlia Marina, disponendo che si osservi un minuto di silenzio nelle gare ginniche del calendario 2015 in programma nel prossimo fine settimana. (FGI)

Si è svolta lo scorso sabato 7 febbraio, al PalaRossini di Ancona, la prima tappa del campionato Italiano di Serie A 2015 maschile e femminile. Bene le squadre della regione che hanno visto scendere in pedana, nel campionato cadetto: Roma 70 Ginnastica (GAM), Ginnastica Romana (GAM) e AS Gin Civitavecchia (GAF) e nella massima serie: Ginnastica Romana (GAF),  Olos Gym 2000 (GAF) e AS Gin Civitavecchia (GAM). 

Nell’A2, in chiave maschile, ottimo risultato per la Ginnastica Romana, ferma ai piedi del podio con un totale di 153,350, a due punti dalla terza classificata. Gara sfortunata, invece, per la Roma 70, settima a quota 152,750, condizionata dall’infortunio di ben due ginnasti. Dal lato femminile, buon esordio nel campionato per le donne dell’AS Gin Civitavecchia che hanno chiuso la gara in sesta posizione con 138,200.

Nella massima serie, tra le donne, Olos Gym 2000 e Ginnastica Romana si sono posizionate rispettivamente al nono e decimo posto con soli 0.05 punti di differenza a quota 146.100 e 146.050 mentre tra gli uomini, l’AS Gin Civitavecchia ha concluso la prima di A1 al settimo posto con 159.700.

Buone, infine, anche le prestazioni delle ginnaste della Regione in prestito ad altre società: Giorgia Campana (in A1 con l'Artistica '81), Ilaria Malizia e Alexandra Kalmykova (in A2 con la Pol. Casellina)

Ora di nuovo tutti in palestra per migliorare gli esercizi e la forma per la seconda tappa che vedrà impegnati i ginnasti al Mediolanum Forum di Assago il prossimo 28 febbraio. GAMBA!!!

 

Qui le classifiche: Federginnastica.it

Domenica 25 gennaio, presso il Palasport di Velletri, è andata in scena la prima gara di livello della stagione 2015 per la ginnastica ritmica con il campionato di categoria. Oltre 75 ginnaste, divise tra allieve, junior e senior, hanno dato il via alla stagione ginnica agonistica della regione Lazio davanti ad un folto pubblico, alla consigliera regionale di settore Manuela Modesti ed al Presidente del CR Lazio prof. Paolo Pasqualoni.

Tra le piccole allieve di 1^ fascia è stata Serena Kallaj della Ginnastica Marino a portare a casa il titolo con il totale di 34.400. Dietro di lei Martina Lamberti (Ginnastica Marino) a meno di un punto di distacco con 33.650 e Diana Miraglia, in forza alla SS Lazio Ginnastica Flaminio, con 33.400.

E’ Nina Corradini (SS Lazio Ginnastica Flaminio), invece, che tra le allieve di 2^ fascia conquista il titolo con lo score di 54.500 seguita da Giulia Bricchi con 53.550 e Flavia Maggi Mariotti con 51.550 entrambe della Polimnia Ritmica Romana.

Sfida a sei nella categoria junior 1^ fascia che ha visto trionfare Chiara De Lucia (ASD Latina Ginnastica) con 44.850. Argento per Beatrice Romanato (ASD Ginnica 3) con 44.150. Chiude il podio, Guendalina Santarelli (ASD Ginnastica Marino) al terzo posto con 43.900.

Sette, invece, sono state le contendenti del podio junior di 2^ fascia. Valeria Pomponi, della SS Lazio Ginnastica Flaminio, ha conquistato il podio con 57.700 mentre, a soli 0.25 punti di distacco Claudia Arrigo (Polimnia Ritmica Romana) si è fermata sul secondo gradino. Bronzo per Swami Chiaro (Polimnia Ritmica Romana) con 56.550.

Ultima categoria in gara quella delle senior che, seguendo lo spirito sportivo, si sono dovute spartire i tre posti sul podio. Eh si, perché il turno delle “grandi” ha visto scendere in pedana solo tre ginnaste. Elisa Todini, della Polimnia Ritmica Romana, ha portato a casa la gara con 63.600. Dietro di lei Federica Catalli (ASD Opera) con 61.400 e Camilla Cavaliere (SS Lazio Ginnastica Flaminio) con 53.000.

Prossimo appuntamento per la seconda prova regionale. Gamba a tutte!

Clicca qui per le classifiche complete.

 

Fabio Castelli

 






Dopo l’incontro a Milano di domenica scorsa, oggi a Roma presso la “Sala Auditorium” del Palazzo delle Federazioni Sportive di Viale Tiziano, si è tenuta la seconda giornata del Simposio GAF dal tema “Approccio e sviluppo del lavoro alla trave”, tenuto dalla docente Carol Angela Orchard, una fra le più quotate allenatrici del panorama ginnico internazionale ed esperta di preparazione alla Trave. Ex tecnica della Nazionale canadese, tra le sue allieve ricordiamo Elyse Hopfner-hibbs vincitrice del bronzo alla trave ai Mondiali di Aarhus 2006, (in quell’anno, sempre in Danimarca, Vanessa Ferrari centrava l’oro nel Concorso generale e un bronzo a corpo libero e parallele). Dopo una lunga carriera al Toronto’s Sport Seneca Club durante la quale ha contribuito alla formazione di numerosi campioni come Monica Covacci, Luisa Portocarrero, Michelle Conway e Lydia Williams, decide di ritirarsi alla fine dei Giochi Olimpici di Pechino 2008 per trasferirsi in Inghilterra a Birmingham. Dopo uno Stage all’Accademia Internazionale di Brescia insieme al DTN GAF Enrico Casella, è venuta a Roma per dare il suo contributo alle atlete dell’Accademia Nazionale dell’Acqua Acetosa. I partecipanti, provenienti per la maggior parte dal Lazio, dall’Emilia Romagna e dalle Marche, hanno assistito ad una spiegazione completamente in inglese dei principali metodi di sviluppo del lavoro per le atlete. (Fonte FGI)

 

Al termine dell'incontro abbiamo incontrato il prof. Mauro Di Rienzo e il Consigliere del CR Lazio Paolo Orlando. Il responsabile tecnico femminile dell'AN di Roma, in riferimento allo stage, ci ha così detto: "è stata una grande esperienza di alto carattere formativo, per tecnici e atleti, ed un'opportunità per tutto il CentroSud che speriamo possa replicarsi al più presto. Carol è stata geniale con l'idea di proporci del materiale essenziale ma non complicato sovrastando così il muro della lingua. Ci ha proposto la sua "Bibbia" della trave, sulla quale è altamente specializzata, con i cinque punti fondamentali che ci hanno permesso di capire a fondo tutte le correzioni da apportare."

 

"Ho portato, personalmente e a nome di tutto il CR Lazio, a Carol i nostri auguri e i ringraziamenti per il lavoro prestato alla regione." - ci racconta Paolo Orlando consigliere regionale del settore GAF proseguendo così -  "Spero che questo sia il primo di una lunga serie di rapporti di collaborazione per la costante crescita dei tecnici e delle ginnaste del Lazio."

 

Fabio Castelli 

 


Questa mattina, alle 10.30, si è svolta presso la Basilica di San Pietro la Santa Messa degli Sportivi per la conclusione dell’anno del centenario del Comitato Olimpico Nazionale Italiano. Per l’occasione, Papa Francesco ha ricevuto una delegazione di dirigenti CONI, alte istituzioni dello Stato e atleti. Oltre ai tanti volti famosi dello sport italiano, erano presenti, alla santa messa, anche alcune società di ginnastica del Lazio con ben 150 tra atleti, tecnici e responsabili. Tra queste la Polisportiva Albano, l’Agorà Colleferro, la Gymnastic Center Marino, l’Eschilo 1, l’ASD Valmontone, l’Irpinia e l’Efirm Grottaferrata. Al termine della liturgia, presieduta dal Cardinal Gianfranco Ravasi, è intervenuto anche il Santo Padre insieme al Presidente del CONI Giovanni Malagò. 

 

Fabio Castelli

 


Per le festività natalizie, gli uffici del Comitato Regionale Lazio Ginnastica FGI rimarranno chiusi dal 22 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015


12-14/12/2014 Sestriere (TO) - Lo Sport e la Danza come strumenti educativi! Questo il bel messaggio colto dalla Delegazione Ginnastica Juvenia SSD alla presentazione della propria squadra al Premio MAB 2014. In una cornice meravigliosa come il Villaggio che ha ospitato i Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, la squadra laziale ha avuto il piacere di confrontarsi con le più alte eccellenze nell'ambito delle discipline coreografiche ed acrobatiche. Il Premio MAB, creato dall'omonima Associazione, nasce infatti con lo scopo di promuovere e propagandare lo sport, la cultura e la crescita umana tramite l'arte, con una sistematica attenzione ai giovani, alle loro potenzialità e alla loro formazione.
Dopo 3 giorni di duro lavoro in sala, con i migliori Maestri e Coreografi di tutto il mondo, le giovani atlete si sono cimentate in un Gala finale con premi in palio di enorme prestigio. Tra le eccellenze ad emergere le ginnaste Federica Lumachi e Alice Bertoncelli della Juvenia SSD, che hanno concluso l'esame finale con la vittoria di una Borsa di Studio come "Migliore Performance" e la possibilità di accedere ai corsi di Alta Specializzazione Coregrafica che si terranno a Milano durante tutto il 2015.
Un grandissimo in bocca al lupo alle nostre giovani campionesse per questo loro nuovo percorso!

Anche per la ginnastica artistica maschile, quello appena trascorso, è stato l’ultimo week-end di gare per l’anno in corso. Si è svolta, infatti, a Livorno il 13 e 14 dicembre, la finale nazionale del campionato di categoria GAM.

Tra gli allievi di 1^ fascia, buon decimo posto per Jacopo Zuliani (Amatori 80) con il totale di 77,550. Sotto di lui, al 16esimo e 17esimo posto, Alessandro Corrado (Roma 70) e Tommaso Piermarioli (Roma 70) rispettivamente a quota 76,950 e 76,600. Poco più in basso, in 22esima posizione, Bernardo Micheli (AG Velitrae) con 75,700 e al 23esimo posto Aurelio Berti (La Fenice 2009) con 75,650.

Per la categoria degli allievi di 3^ fascia, ottimo quinto posto italiano per Fabrizio Valle (Amatori 80) con 84,400 mentre il compagno Renato Garruba (La Fenice 2009) si ferma con 81,100 punti al 18esimo posto. Più in basso nella classifica, in 29esima posizione, Gianmaria Tosti (Ginnastica Romana) con 78,400; 31esima per Daniele D’Orazio (Eschilo 1) con 77,850 e 33esimo per Cristiano Sibilia (Eschilo 1) con 73,550.

Nella categoria junior di 1^ fascia,  Lorenzo Galli (AGSD Eur) si è laureato campione Italiano con lo score di 81,300 e con più di tre punti di distacco nei confronti del secondo classificato. In 16esima posizione, invece, si è piazzato Davide Nulli Giardinieri (AGSD Eur) con 72,550 vicino a Jacopo Verdirame (Eschilo 1) al 17esimo posto, con 72,000.

Ultima categoria in cui erano impegnati i ginnasti del CR Lazio, è stata quella degli junior di 2^ fascia. Presente, in questa gara, solo Pierfrancesco Sebastiani (Ginnastica Romana) che ha chiuso la sua competizione nazionale al quinto posto con 77,950.

Fabio Castelli


 

Ultimo week-end di gare per il 2014 quello appena trascorso, che ha visto scendere in campo, in tre lunghe giornate, le migliori ginnaste d’Italia impegnate nella finale nazionale del c.to di categoria J/S. In cabina di regia l’AS Gin Civitavecchia che ha organizzato magistralmente la kermesse di artistica femminile all’interno della sua tensostruttura di Piazzale Cinciari.

Venerdì pomeriggio è andata in scena la competizione delle junior 1^ fascia. Splendida gara per Matilda Antonelli (La Fenice 2009) che, superando il muro dei cinquanta punti (50,440) si è aggiudicata il titolo di vice campionessa italiana dietro a Francesca Noemi Linari (Brixia). Sesto posto per Giulia Bencini (AS Gin Civitavecchia) a quota 49,020 e ottavo per Alexandra Kalmykova (E. Mattei). Hanno completato la classifica per il CR Lazio: Giorgia Cipolloni 14esima con 46,840 (E, Mattei); Giulia Colaceci 26esima con 42,490 (La Fenice 2009); Elena Fabiani 28esima con 41,970 (AGSD Eur) e Gaia Iannaccone 34esima con 37,190 (AGSD Eur). 

La mattina seguente, sabato 13 dicembre, è stato il turno delle senior. Altra grandissima soddisfazione - per la ginnasta, per la società ma anche per il CR Lazio - quella di Ana Maria Lache (AS Gin Civitavecchia) che, con 49,167 punti ha conquistato la medaglia di bronzo nazionale. Sotto di lei, al sesto e settimo posto, divise da soli quattro decimi, Alice Bernardini con 47,917 (Ginnastica Romana) e Bianca Toniolo con 47,517 (Ginnastica Romana). Infine, 23esima posizione per Silvia Onorati con 34,800 punti (La Fenice 2009).

Ha chiuso la lunga giornata di gare, la categoria junior di 2^ fascia, forse quella più combattuta grazie al livello delle ginnaste impegnate. Ottava posizione per Ilaria Malizia (E. Mattei) con lo score di 47,850 e nona, a quasi un punto di distanza, Valeria Bagnato (E. Mattei) con il totale di 46,967. La classifica continua con il 18esimo posto di Giorgia Di Nicola (AS Gin Civitavecchia) con 45,317; 23esimo per Emanuela Lippa (AS Gin Civitavecchia) con 43,950 e 36esimo per Maria Taloni (AG Velitrae) con 38,367.

Nelle finali di specialità del giorno successivo, Ana Maria Lache (AS Gin Civitavecchia) ha portato a casa ben due argenti, al corpo libero e al volteggio non riuscendo però ad aggiudicarsi la medaglia a trave. Alice Bernardini (Ginnastica Romana), invece, rimasta fuori dal podio al volteggio, ha conquistato il bronzo al corpo libero. Infine, Ilaria Malizia (E. Mattei) non è riuscita a portarsi a casa nessuna medaglia ma è già una grande soddisfazione essere arrivata tra le prime otto ginnaste italiane al volteggio e al corpo libero.

Fabio Castelli

Foto ©FGI (Da sx: Matilda Antonelli, Francesca Noemi Linari e Martina Maggio)